Lo sviluppo delle piattaforme di meeting remoto e delle applicazioni di interpretariato remoto compatibili stanno rivoluzionando il modo di comunicare che le aziende attive internazionalmente avevano con i membri delle diverse sedi, con i fornitori e i clienti. Gli incontri possono essere più frequenti e semplici.

La nuova era tecnologica ha dispiegato un’ampia gamma di modalità di comunicazione, che mettono alla nostra portata strumenti più veloci, efficaci e funzionali per l’accesso alle informazioni e che ci consentono di connetterci direttamente e immediatamente con qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi momento.

Le nuove tecnologie e l’interpretariato

In questo senso, l’interpretariato non è rimasto indietro e si è evoluto a passi da gigante per adattarsi alle esigenze imposte dalla società, motivo per cui l’interpretariato a distanza è diventato negli ultimi anni e, soprattutto dopo la pandemia di COVID-19, una realtà e in una modalità sempre più presente nella vita professionale dell’interprete.

L’interpretariato in remoto consente di comunicare a distanza con un interprete professionista quasi istantaneamente e con risultati straordinariamente efficaci. In Rafiky, la nostra piattaforma in cloud per l’interpretariato a distanza, grazie all’utilizzo di uno smartphone o di un computer, l’interprete e l’interlocutore possono stabilire una connessione in tempo reale e, oltre a risparmiare tempo e denaro, possono stabilire un’intesa e una connessione incredibilmente performanti che garantiscono il successo del processo interpretativo.

Il momento della svolta

Il più importante cambiamento nella storia recente della professione dell’interprete è arrivato con la comparsa di Internet, che ha rivoluzionato le connessioni, le relazioni, le comunicazioni e i modi di lavorare in tutto il mondo. Questo progresso tecnologico è andato di pari passo con l’evoluzione e il perfezionamento delle tecniche di interpretariato a distanza, sempre più di moda e in ascesa, che offrono ad aziende, clienti e fornitori un’ampia varietà di possibilità e massima flessibilità nell’atto comunicativo.

In seguito al COVID-19, l’interpretariato a distanza ha notevolmente aumentato il numero di utenti, non solo da parte dei clienti che richiedono questo tipo di assistenza linguistica attraverso canali virtuali, ma anche dagli stessi interpreti che hanno iniziato a offrire la videointerpretazione come tecnica di lavoro abituale e prioritaria. L’interpretariato in videoconferenza è particolarmente diffuso nei settori medico e legale di molti paesi europei. È sempre più frequente che ospedali e tribunali, infatti, dispongano delle attrezzature necessarie per poter svolgere un’interpretazione in videoconferenza.

La più antica tecnica di interpretazione a distanza

L’interpretariato telefonico è considerata la più antica tecnica di interpretazione in remoto. Era un tipo di interpretazione sociale o per la comunità nata in Australia nel secondo dopoguerra dall’esigenza di stabilire una comunicazione tra persone che parlavano lingue diverse. In questo periodo, non è certo un segreto, l’Australia si rese protagonista di un massiccio fenomeno di immigrazione e presto si contraddistinse per una grande diversità linguistica.

Da quel momento in poi, il resto dei paesi che hanno iniziato a ricevere immigrati si è avvalsa dell’interpretariato telefonico. I contesti più comuni in cui viene utilizzato l’interpretariato telefonico sono i centri medico-sanitari, le compagnie assicurative, i centri educativi bilingue, le forze di sicurezza e di emergenza, i tribunali e le agenzie di viaggio e turismo.

Ovviamente, questi protocolli standard sono stati l’inizio di un nuovo concetto di interpretariato a distanza, ora più avanzato grazie all’arrivo di smartphone, pc e tablet dotati di connessione internet veloce. Ne è un chiaro esempio Rafiky, una piattaforma in remoto che tra i suoi servizi offre anche quello di interpretariato telefonico in tempo reale 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno e dispone di un team con più di 10 anni di esperienza.

La nuova era tecnologica

Se analizziamo l’attuale panorama dei media, la prima cosa che ci colpisce è l’accessibilità ai dispositivi elettronici che, attraverso una connessione internet, ci consentono di accedere a strumenti e applicazioni di comunicazione avanzati da qualsiasi luogo del mondo, in tempo reale e con il minimo costo.

Questa dislocazione degli elementi comunicativi comporta un adattamento delle modalità e delle tecniche interpretative. Per l’interprete, qualsiasi cambiamento nella situazione comunicativa presuppone un adattamento nello svolgimento del proprio compito linguistico, non solo nella formazione e preparazione professionale, ma anche nel continuo aggiornamento dei mezzi tecnici, per poter adeguare la propria attività lavorativa ai nuovi tempi tecnologici e alle richieste del mercato del lavoro.

Questa nuova era tecnologica contribuisce al fatto che ogni giorno abbiamo più familiarità con gli strumenti di base che facilitano l’interpretazione a distanza. L’ordine del giorno è l’utilizzo di computer con software per videoconferenze, dispositivi che ci accompagnano ogni giorno e che facilitano la nostra comunicazione istantanea.

Questa rivoluzione tecnologica su scala globale porta a una crescente intercomunicazione e interdipendenza tra i paesi al fine di valorizzare i loro mercati, le loro politiche e la loro cultura. Questo, aggiunto alla pandemia globale causata dal COVID-19, significa che l’interpretariato a distanza è una delle tecniche più richieste quando si richiedono servizi di interpretariato. Pertanto, l’opportunità di formare professionisti dell’interpretariato è di vitale importanza affinché questi ultimi possano avere basi tecniche e non rimanere indietro in un mercato del lavoro che evolve e cambia di continuo sotto la spinta del progresso tecnologico e comunicativo.

Marketing Team Rafiky

Chiamaci

+39 0282950332

Mandaci una mail

[email protected]